Regolamento

Durante l’assemblea del 10 Dicembre 2019 è stata approvata la revisione del Regolamento del nostro Comitato, che trovate qui nella sua versione integrale

Anche scaricabile in pdf

REGOLAMENTO DEL COMITATO GENITORI IC TESTORI

Art. 1 (Atto Costitutivo)

Il Comitato Genitori dell’Istituto Comprensivo G. Testori è un’organizzazione costituita su base volontaria dai genitori dell’Istituto Comprensivo Testori, che include i seguenti plessi: scuola dell’infanzia “Andersen”, scuole primarie “Calvino” e “Montessori”, scuola secondaria di primo grado “Vergani”.

Art. 2 (Aderenti)

Al Comitato Genitori possono aderire tutti i Genitori, o coloro che ne facciano legalmente le veci, dei bambini iscritti all’Istituto Comprensivo, previa accettazione del presente Regolamento.

Art. 3 (Ragione)

Il Comitato Genitori non ha scopo di lucro, è una struttura democratica e indipendente da ogni movimento politico e religioso.

Agisce nel rispetto dei valori sanciti dalla Costituzione Italiana ed è basato sulla solidarietà e sulla partecipazione, perseguendo finalità di carattere sociale, civile e culturale. Ha la finalità di favorire la più ampia collaborazione fra Scuola e Famiglia nel campo educativo e didattico, nel rispetto reciproco del ruolo di ciascuna componente.

Tutte le cariche sono ricoperte a titolo gratuito e gratuite sono le prestazioni degli aderenti.

Art. 4 (Obiettivi e Finalità)

Il Comitato Genitori si propone di:

  • Favorire la consapevolezza dei Genitori sui temi dell’educazione e della continuità educativa tra scuola e famiglia.
  • Favorire la conoscenza dei cambiamenti in atto nella scuola e nel ruolo dei Genitori nella scuola che cambia, informando e proponendo momenti di confronto.
  • Promuovere corsi, incontri, conferenze, dibattiti e ogni altra iniziativa che sia di aiuto, sostegno e valorizzazione della relazione genitori e figli.
  • Divulgare iniziative promosse sul territorio comunale indirizzate alle famiglie.
  • Collaborare con le istituzioni scolastiche e l’amministrazione comunale per la qualità del servizio scolastico, della mensa e per la tutela della salute degli alunni.

Art. 5 (Risorse)

Il Comitato Genitori provvede al suo funzionamento con:

  • Contributi volontari offerti dai genitori.
  • Contributi di privati.
  • Contributi dello Stato, Enti e Istituzioni Pubbliche, finalizzati al sostegno di specifiche e documentate attività e progetti.

I fondi raccolti attraverso le diverse forme di contribuzione faranno parte di un fondo unico, dal quale saranno prelevate le risorse necessarie al funzionamento del Comitato Genitori e delle commissioni. (Eccetto deroghe eccezionali approvate in Assemblea Generale).

I fondi raccolti hanno lo scopo principale di finanziare progetti.

Art. 6 (Organi)

Gli organi del Comitato Genitori sono:

  • L’Assemblea dei Genitori
  • Il Direttivo
  • Le Commissioni
  • I referenti di plesso

Art. 7 (Assemblea e sua convocazione)

L’Assemblea dei Genitori rappresenta l’intera componente genitoriale, pertanto la partecipazione è aperta a tutti i genitori (o facenti veci) di studenti frequentanti ogni ordine e grado dell’Istituto Comprensivo.

All’inizio dell’anno scolastico, nelle prime riunioni, l’assemblea elegge le cariche di Presidenza, si costituiscono le commissioni e si raccolgono le candidature per il ruolo di Referenti di Plesso.

La convocazione dell’Assemblea dei Genitori è definita dalla maggioranza del Direttivo e viene resa nota ai genitori attraverso canali di comunicazione che permettano di raggiungere il maggior numero di famiglie dell’Istituto, quali a titolo esemplificativo le e-mail, le chat (whatsapp) di classe per il tramite dei rappresentanti ed il sito web del Comitato Genitori.

L’Assemblea dei genitori propone le linee d’intervento del Comitato e i criteri rispetto ai quali utilizzare le risorse.

Alle riunioni dell’Assemblea, se invitati dalla Presidenza, possono intervenire ospiti esterni, quali i docenti, i rappresentanti degli Organi ufficiali della scuola, le autorità Comunali e gli esperti.

Art. 8 (Direttivo)

Il Direttivo resta in carica due anni ed è composto da:

  • Presidenza e Vice-presidenza
  • Segretario
  • Tesoriere
  • Commissioni e Referenti delle Commissioni
  • Referenti di Plesso
  • Tutti quei genitori che ne vogliono far parte, garantendo una volontà di impegno continuativa, in termini di presenza e attività.

Il Presidente rappresenta legalmente Il Comitato Genitori e ne presiede le assemblee.

La Presidenza riveste un ruolo di coordinamento delle attività del Comitato e di rappresentanza LEGALE nei confronti delle istituzioni scolastiche e dell’amministrazione comunale. Questa carica può essere ricoperta su base individuale o collettivamente da un gruppo di genitori. L’elezione avviene nella prima Assemblea dei Genitori dell’anno scolastico in cui cade il rinnovo delle cariche e l’incarico ha la durata di due anni.

Il Vicepresidente e il Segretario, ove designati dalla Presidenza, coadiuvano la stessa nello svolgimento del suo incarico e, in sua assenza, lo sostituiscono.

Il Tesoriere, sulla base delle indicazioni ricevute dalla Presidenza, ha il compito di gestire e rendicontare i fondi del Comitato ed è incaricato di provvedere a coprire le spese nei tempi e modi richiesti. Il tesoriere viene eletto dalla maggioranza del Direttivo.

Sulla base delle proposte raccolte dall’Assemblea dei Genitori, vengono istituite specifiche Commissioni di lavoro, che si dedicano e si concentrano su temi specifici seguendo le indicazioni del Direttivo. Per ogni commissione è designato un Referente di Commissione, che ha il compito di promuovere iniziative coerenti con le finalità stabilite all’Art. 4, di relazionare periodicamente il Direttivo e di coordinare e monitorare le attività concordate. I Referenti delle Commissioni sono eletti a maggioranza dal Direttivo.

Per ogni Plesso dell’Istituto Comprensivo è designato un Referente di Plesso, che ha il compito di gestire i rapporti e le comunicazioni con i docenti Responsabili di Plesso e con i rappresentanti di classe al fine di favorire una collaborazione efficace e positiva tra la componente genitoriale e la componente scolastica. I referenti di Plesso hanno inoltre il compito di relazionare periodicamente il Direttivo.

I Referenti di Plesso sono eletti a maggioranza dal Direttivo.

Tutti gli incarichi menzionati sopra possono essere ricoperti unicamente da genitori (o facenti veci) di studenti frequentanti l’Istituto (o il plesso di riferimento nel caso dei Referenti di Plesso) e decadono allo scadere del mandato del Direttivo.

Il Direttivo si riunisce con cadenza periodica e con ordine del giorno stabilito dalla Presidenza ed ha il compito di:

  • organizzare attivamente e coordinare le attività e le iniziative definite dall’Assemblea dei Genitori
  • supportare e indirizzare le attività delle Commissioni
  • presentare e valutare periodicamente la rendicontazione delle entrate e delle uscite, nelle assemblee dei genitori
  • monitorare i progetti approvati dall’Assemblea
  • partecipare ai tavoli di lavoro proposti dall’Amministrazione Comunale (AC) o da altre Associazioni sul territorio, al fine di realizzare e strutturare progetti di carattere pubblico e sociale.

All. 1 – Commissioni del Comitato Genitori, modalità di funzionamento e obiettivi

Sulla base delle indicazioni dell’Assemblea dei Genitori tenutasi il 16/09/2019 per gli a.s. 2019/20 e 2020/21 vengono istituite le seguenti Commissioni di lavoro.

COMMISSIONE COMUNICAZIONE e DIGITALE

Si occupa di tutta la comunicazione istituzionale e ufficiale del Comitato. Segue le attività tecniche e pratiche legate all’aggiornamento del sito, delle chat e newsletter. Diffonde le informazioni tra i Genitori sulle attività riguardanti, l’ambiente scolastico attraverso il sito del Comitato Genitori, la mail, il volantinaggio e la pubblicazione di articoli sugli organi di stampa locali.

Provvede alla realizzazione e aggiornamento del sito internet, pubblicando articoli e informazioni relative al mondo scolastico, educativo e di utilità dei genitori. Si confronta con tutto il direttivo per la scelta delle informazioni e delle modalità di comunicazione.

COMMISSIONE STRUTTURA

Riceve e verifica le segnalazioni inerenti problemi alla struttura dei plessi scolastici e li segnala agli uffici preposti dell’AC.

Se necessario stila relazioni dettagliate anche in collaborazione con la Dirigenza Scolastica, per richieste d’intervento strutturali nei singoli plessi.

La Commissione opera nel rispetto della Convenzione tra AC e Comitato Genitori stipulata nel 2013.

COMMISSIONE PROGETTI

Raccoglie informazioni e propone al Direttivo attività, progetti e percorsi dedicati ai genitori e al mondo della scuola. Sottopone le proposte vagliate dal Direttivo, alla votazione dell’Assemblea e si occupa della realizzazione pratica dei progetti approvati.

COMMISSIONE MENSA

Effettua verifiche e controlli sul servizio di refezione scolastica, in collaborazione con la scuola e l’Amministrazione Comunale; i membri della commissione sono autorizzati a entrare nei refettori, nelle strutture di preparazione delle vivande, a consumare pasti per verificare il servizio fornito. Fa parte del Comitato Mensa organo dell’Amministrazione Comunale.

COMMISSIONE DSA

Si occupa di temi connessi ai DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) ponendosi come obiettivo la promozione di una sempre maggiore consapevolezza sull’argomento. Si propone inoltre a genitori e studenti come punto di riferimento per ottenere informazioni e per organizzare eventuali incontri a tema.

COMMISSIONE EVENTI

Si occupa dell’organizzazione pratica degli eventi, collaborando con gli insegnanti e coinvolgendo i genitori nella realizzazione di alcune attività, in particolare:

  • Mercatini di Natale, in collaborazione con le scuole, allestimento di merende durante la vendita di lavori artigianali prodotti da insegnanti e bambini;
  • ScuolaInFesta, giornata in cui la scuola è aperta e genitori e insegnanti partecipano e collaborano nell’organizzazione di laboratori e giochi;
  • ScuolaInCorsa, una camminata non competitiva che si svolge per le vie di Novate Milanese e alla quale possono partecipare alunni, genitori e insegnanti dell’Istituto, nonché amici e parenti;
  • NonTiScordarDiMè, giornata dedicata all’abbellimento della scuola in collaborazione con Legambiente.

Tutti questi eventi, oltre a rappresentare importanti occasioni di aggregazione, offrono l’opportunità di raccogliere fondi finalizzati al finanziamento di progetti scolastici, educativi, d’informazione e formazione.

All. 2 – Procedura e criteri di valutazione per contributo ai progetti

Attraverso le risorse raccolte, il Comitato Genitori si rende disponibile a contribuire economicamente al finanziamento di progetti e iniziative promossi dall’Istituzione Scolastica, nonché a contribuire economicamente all’acquisto di risorse e materiale didattico.

All’inizio di ogni anno scolastico, ed eventualmente quando se ne ravvisi la necessità, il Direttivo ha il compito di informare la Dirigenza Scolastica e i docenti responsabili di Plesso in merito all’opportunità di finanziamento, esplicitando la procedura di richiesta e i criteri di valutazione.

La procedura di richiesta comprende:

  • la presentazione del progetto e/o della richiesta di acquisto materiale da parte di un docente della scuola all’interno di un’assemblea del Comitato;
  • la compilazione della scheda di progetto;
  • la disponibilità a redigere una relazione conclusiva del progetto.

Tutti i progetti presentati al Comitato che coinvolgono gli alunni a scuola devono essere stati precedentemente approvati dal Collegio Docenti e/o Consiglio di Istituto.

Avranno priorità quei progetti che rispondono ai seguenti criteri:

  • che abbiano un’ampia ricaduta sul numero di classi coinvolte dello stesso plesso e o interclasse;
  • che abbiano carattere di continuità nel tempo in modo da coinvolgere periodicamente tutte le fasce di età;
  • che prevedano una ricaduta economica sulle famiglie.

All. 3 – Fondo Solidarietà

Dall’anno Scolastico 2018-19, l’Assemblea ha stabilito il ripristino del Fondo di solidarietà, un contributo per le spese relative a visite e viaggi di istruzione destinato alle famiglie che si trovino in difficoltà economiche.

Il Comitato quindi assicurerà annualmente una quota di 500.00 euro che verrà gestita dalla Dirigente Scolastica, secondo i criteri stabiliti dal Consiglio d’Istituto.

L’unico vincolo posto dal Comitato Genitori è la garanzia che la cifra stanziata venga utilizzata esclusivamente per i fini previsti dal Fondo di Solidarietà.